Croce del Volterra

CHIESA DI SAN CARLO o DELLE AGOSTINIANE

La chiesa fu edificata nel 1626 per ordine del Duca Ferrante II Gonzaga per ottemperare ad un voto fatto nel 1618 e con la speranza di far entrare due delle figlie nell’adiacente convento delle Agostiniane. La chiesa ha subito varie mutilazione nella parte posteriore interna al convento, specialmente quando questo divenne sede dell’ospedale. Attualmente l’edificio religioso è sconsacrato e adibito ad archivio ad uso esclusivo del comune.

CHIESA DEL SANTISSIMO CROCEFISSO E DELLE CAPPUCCINE

Progettata da Antonio Vasconi di Reggio nel 1653, su un terreno donato dal Duca, la chiesa fu eretta a servizio del convento di clausura adiacente delle monache Cappuccine. Per la fama di santità della fondatrice, Suor Lucia Ferrari, proveniente da Reggio, la chiesa fu riccamente adornata con il contributo dei Gonzaga di Guastalla, ma anche dei Farnese di Parma. Purtroppo la soppressione del 1866 ha disperso quanto si trovava all’interno, salvo i pochi materiali finiti in altre chiese o case della città.
I cambiamenti di destinazione di cui è stato oggetto l’edificio negli ultimi decenni sono andati a modificare parzialmente quello che doveva essere l’assetto originario degli spazi interni. Lo stabile risulta in aderenza su tre fronti con i fabbricati limitrofi, restando interamente libero solo il prospetto principale orientato ad est.